La collezione

Museo di Roma in Trastevere

La collezione permanente del Museo di Roma in Trastevere mostra gli aspetti salienti della vita popolare romana dalla fine del Settecento alla seconda metà del Novecento, filtrata attraverso i gusti e i convincimenti degli artisti e dei folkloristi che l’hanno rappresentata.

In particolare la collezione comprende una raccolta di dipinti, stampe, disegni e acquerelli, tra cui la famosa serie Roma pittoresca di Ettore Roesler Franz(al momento non esposta ma per la quale sono allo studio soluzioni alternative in grado di coniugare nei modi più opportuni la conservazione delle opere con la pubblica fruizione), un presepe di ambientazione ottocentesca romana, sei rappresentazioni veristiche d’ambiente, meglio conosciute come Scene romane, che riproducono a grandezza naturale aspetti della vita popolare romana dell’Ottocento. Le tematiche maggiormente rappresentate sono i mestieri, le feste laiche e religiose (come il carnevale, le luminarie e il Natale), il saltarello, l'abito tradizionale.Fanno parte della collezione del Museo i materiali appartenuti al poeta Trilussa (Roma 1871 – 1950), compresi l'Archivio fotografico e l'Archivio cartaceo, donati dopo la sua morte al Comune di Roma e in parte esposti nella videoinstallazione denominata la Stanza di Trilussa.

Parte integrante della collezione sono le fotografie di autori contemporanei, Mario Carbone (1924) ed Emilio Gentilini (1940), che rappresentano una preziosa testimonianza delle trasformazioni e delle persistenze urbane, sociali e culturali di Roma, dagli anni Cinquanta agli anni Novanta. Le stampe originali vengono esposte ciclicamente, per motivi di conservazione, nelle sale museali.

Tra le vedute di Roma e della Campagna romana sono esposte una Veduta notturna di Roma di Amedeo Simonetti (1874-1922), Roma da Monte Mario di Salomon Corrodi (1810-1892), Piazza Colonna di notte di Pasquale Ruggero (1851-1915) e alcune piccole vedute di Diego Angeli (1869-1937). Tra i dipinti dedicati ai mestieri è in esposizione il Caldarrostaio a via Sistina di Arnoldo Corrodi (1846-1874), lo Scrivano pubblico di Francesco Coleman (1851-1918), e, tra quelli che rappresentano la religiosità, La benedizione dei cavalli a S. Antonio all’Esquilino (1855), Abside di San Giovanni in Laterano di Guillaume Frédéric Romny (1786-1854). Inoltre sono esposte una scultura di terracotta di Achille Pinelli (Roma 1809-1841), Barbaro, barbaresco e maschere, realizzata nel 1833, che rappresenta una scena del carnevale romano.

Il Museo attua periodiche rotazioni delle opere per motivi conservativi e per consentire ai visitatori di ammirarne il maggior numero possibile

Informazioni

Orari: 10:00-20:00 mart.-dom; 10:00-14:00 24, 31 dic.; chiuso lun., 1 gen.,1 mag., 24, 25 e 31 dic.
Prezzo: euro 8,50 intero; euro 7,50 ridotto. Residenti Roma: euro 7,50 intero; euro 6,50
Indirizzo: Piazza Sant'Egidio, 1/b - zona: Trastevere / Testaccio
Contatti: Tel. 060608 tutti i giorni dalle 9.00 alle 21:00
Web: www.museodiromaintrastevere.it


← Torna all’elenco
© 2015 Tutti i diritti riservati VivoRoma srls - Part.IVA 12345678901 | Note legali e Privacy